Per quanto tempo è valido un visto in Australia?

Stai pensando di riutilizzare il tuo visto eVisitor per un secondo viaggio? Scopra per quanto tempo è valida la sua prima autorizzazione di viaggio e se deve richiederla di nuovo.

Uno dei modi più semplici per recarsi in Australia per vacanze, viaggi d'affari o per seguire degli studi è di richiedere un'autorizzazione al viaggio elettronica eVisitor. Per farlo, basta accedere a un questionario online e inviare la richiesta. Tuttavia, l’eVisitor è utilizzabile solo per brevi soggiorni in Australia e sarà valida per un periodo di tempo limitato dopo la sua emissione. Scopri qui i dettagli di questa durata e il tempo di validità preciso del visto australiano eVisitor.

 

Qual è la durata massima di un viaggio in Australia con un visto eVisitor?

Prima di spiegare per quanto tempo è possibile utilizzare l'eVisitor per recarsi in Australia, è importante precisare che questa autorizzazione è valida solo per brevi soggiorni indipendentemente dal motivo del viaggio (affari, turismo o studio). Infatti, per ottenere l'autorizzazione elettronica eVisitor senza dover ricorrere a un visto classico, il soggiorno sul territorio australiano non deve superare i 3 mesi ovvero i 90 giorni. Se si prevede un soggiorno più lungo, è indispensabile ottenere un visto.

Quindi, se il viaggio dura solo qualche settimana o se ci si limita ad effettuare un transito in Australia, il visto eVisitor è la soluzione perfetta che farà risparmiare molto tempo.

 

Qual è il periodo di validità totale del visto eVisitor per l'Australia?

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, un visto eVisitor, una volta ottenuta, non serve per un solo viaggio in Australia e, infatti, la sua durata totale di validità è di un anno dalla data del rilascio. Ciò significa che è possibile entrare e uscire dal territorio australiano tutte le volte che lo si desidera durante questo periodo.

Naturalmente, tutti i viaggi saranno soggetti alle condizioni di durata massima sopra elencate e non dovranno quindi superare i 90 giorni.

Tuttavia, in alcuni casi, non sarà possibile riutilizzare l'eVisitor durante l’anno di validità, in particolare in caso di modifica del passaporto o di modifica di alcuni dati essenziali riguardanti il viaggiatore. In caso di cambiamenti significativi dell'indirizzo, dell'identità o della nazionalità, è necessario rifare online una domanda di eVisitor compilando un nuovo modulo e pagare nuovamente le spese per trattamento della domanda.

 

Cosa si deve fare quando il periodo di validità del visto eVisitor è superato?

Per un anno, è possibile utilizzare il tuo visto eVisitor tutte le volte che si desidera per viaggiare attraverso l'Australia ma, una volta superato questo periodo di validità, tutte le informazioni relative alla richiesta e all’autorizzazione vengono automaticamente eliminate. È quindi necessario inviare nuovamente una domanda completa se si desidera tornare in Australia.

Si noti che la nuova richiesta non verrà approvata automaticamente solo perché è già stata ottenuta in passato.

 

Come riutilizzare il suo visto eVisitor e in quali casi?

Come abbiamo appena visto, l'autorizzazione al viaggio elettronica eVisitor consente di effettuare un soggiorno in Australia inferiore a 90 giorni senza la necessità di richiedere un visto. Tuttavia, il suo periodo di validità è di un anno dalla sua emissione ovvero dalla ricezione dell'e-mail di conferma dell’autorizzazione. Ciò significa che è possibile riutilizzare l’autorizzazione per soggiorni futuri nel paese.

Per la precisione, l’autorizzazione consente di effettuare tutti i soggiorni che si desidera durante questo periodo, a condizione che siano conformi alle regole di base di questo sistema. Sono accettati solo soggiorni inferiori a 90 giorni, gli scali e i transiti. Da notare che non è possibile concatenare direttamente due soggiorni per una durata totale di oltre 90 giorni senza lasciare il paese.

Inoltre, è essenziale che il passaporto che si prevede di utilizzare per il viaggio successivo sia lo stesso utilizzato quando si è effettuata la domanda di visto eVisitor. L'eVisitor è infatti collegata elettronicamente al proprio passaporto biometrico o elettronico. Quindi, se il passaporto è stato sostituito per smarrimento o per scadenza, non vi sarà alcun eVisitor collegato al suo nuovo numero e sarà necessario richiedere nuovamente un permesso di soggiorno online.

Infine, un'altra condizione essenziale per il riutilizzo della tua autorizzazione eVisitor riguarda le informazioni personali e le risposte alle domande a cui si è risposto al momento della richiesta. Se la situazione è cambiata (modifica di nome, indirizzo, indirizzo e-mail, stato civile..) o se la risposta a una qualsiasi delle domande sul modulo dovesse essere diversa, l’eVisitor potrebbe non essere accettata al momento del viaggio. Anche in questi casi è generalmente necessario fare una nuova domanda di eVisitor online.

Se non è cambiato nulla e il viaggio è conforme alle condizioni imposte, è possibile riutilizzare l'eVisitor senza dover eseguire alcuna procedura amministrativa. Infatti, è sufficiente presentare il proprio passaporto alla compagnia di viaggi e alle autorità australiane per l'immigrazione all’arrivo perché possano verificare l'eVisitor.

 

Come si fa a richiedere nuovamente un visto eVisitor dopo la sua scadenza?

Se l’eVisitor ha raggiunto la fine del suo periodo di validità, non viene rinnovata automaticamente e bisogna fare una nuova domanda ripetendo la procedura dall'inizio se si desidera viaggiare di nuovo in Australia.

Ricordiamo che l'eVisitor per l'Australia viene rilasciata solo a determinate condizioni. In primo luogo, si deve essere cittadini di uno dei paesi membri di questo dispositivo. In caso contrario, la procedura da seguire è quella della richiesta di visto elettronico.

La domanda di eVisitor o di visto elettronico può essere effettuata online tramite un sito web specializzato come quello di cui è disponibile il link in fondo a questa pagina. Per inoltrare questa richiesta, è necessario disporre di quanto segue:

  • Un passaporto biometrico valido che è obbligatorio perché è al numero del passaporto che il permesso di soggiorno sarà allegato elettronicamente. Ricordiamo che se il passaporto scade prima della scadenza del periodo di validità di eVisitor, è necessario presentare una nuova domanda.
  • All'arrivo in Australia sarà inoltre richiesto un documento a dimostrazione dell’intenzione di lasciare il paese. Bisogna quindi presentare alle autorità locali il biglietto di ritorno o dimostrare di avere abbastanza soldi per comprarlo.
  • Viene richiesta anche un'assicurazione sanitaria, nel caso ci si ammali durante il soggiorno in Australia. Infatti, in questo caso, le spese mediche possono essere molto elevate ed è quindi essenziale disporre preventivamente di un'assicurazione che copra determinate cure, ospedalizzazioni o rimpatri.

La richiesta di un’eVisitor o di un visto elettronico è piuttosto semplice, in quanto l’autorizzazione al viaggio sarà collegata tramite un sistema elettronico al passaporto e potrà essere consultata direttamente nella banca dati dei servizi di immigrazione, dove sarà conservata per un anno. Nessun documento verrà quindi stampato o incollato sul passaporto.

Ricordiamo che sia il visto elettronico che l'eVisitor per l'Australia sono dei visti individuali e che è necessario fare una domanda per ogni viaggiatore, bambini inclusi. Una volta effettuata la richiesta e ricevuta l'e-mail di convalida, si riceve un’ulteriore e-mail con il numero di eVisitor che consigliamo di stampare per il viaggio, anche se non è richiesto.

Sito non affiliato al governo australiano, possibilità di svolgere le proprie pratiche senza spese supplementare nel sito ufficiale.